Rocco Trisolini Struttura Complessa di Pneumologia Interventistica, Policlinico Sant’Orsola-Malpighi, Bologna Un uomo di 49 anni, mai fumatore, fu inviato alla nostra attenzione per l’esecuzione di una broncoscopia per una tosse secca cronica presente da almeno 15 anni e per un episodio di emoftoe occorso 10 giorni prima. La storia clinica, occupazionale e farmacologica era significativa esclusivamente un reflusso gastro-esofageo sintomatico il cui trattamento con inibitori di pompa protonica, iniziato anni prima ed ancora in corso al momento della broncoscopia, aveva consentito di ottenere la scomparsa della pirosi retrosternale ma non aveva avuto alcuna incidenza sulla tosse. Diverse radiografie del torace eseguite nel corso degli anni e di cui il paziente, trasferitosi dall’Argentina, aveva solo i referti, non suggerivano la presenza di lesioni pleuriche o polmonari focali, ma solo di calcificazioni linfonodali mediastiniche invariate nel tempo. Una TC torace eseguita per approfondire le possibili cause dell’episodio emoftoico dimostrò la presenza, oltre che

Questo contenuto è riservato ai membri del sito. Se sei un utente già esistente, fai il login. I nuovi utenti possono registrarsi qui sotto.

Existing Users Log In