Angelo G. Corsico1, Maurizio Moretti2 1Fondazione IRCCS, Policlinico S. Matteo, Università di Pavia 2U.O. di Pneumologia, Azienda USL 1, Massa e Carrara   L’emogasanalisi arteriosa (EGA) è un esame strumentale che misura la pressione parziale dell’ossigeno (PaO2), dell’anidride carbonica (PaCO2) e l’attività degli ioni idrogeno espressa in logaritmo negativo (pH) nel campione di sangue arterioso. Il campione di sangue può essere prelevato dal lobo dell’orecchio (emogasanalisi capillare) o da un’arteria periferica (EGA). È un esame insostituibile nella pratica clinica poiché fornisce informazioni sull’efficienza degli scambi gassosi polmonari e sui disturbi dell’equilibrio acido-base. L’analisi dei suddetti parametri viene eseguita dall’emogasanalizzatore che utilizza un sistema di rilevazione composto da tre elettrodi specifici provvisti di membrane permeabili rispettivamente agli ioni idrogeno, all’anidride carbonica ed all’ossigeno; gli elettrodi sono posti in un vano termostatato a 37°C ove viene veicolato il sangue. Il segnale elettrico prodotto dagli elettrodi viene rilevato mediante tecnica potenziometrica (misura del potenziale

Questo contenuto è riservato ai membri del sito. Se sei un utente già esistente, fai il login. I nuovi utenti possono registrarsi qui sotto.

Existing Users Log In