NOVITA’ IN PNEUMOLOGIA

Diagnostica allergologica molecolare ed asma allergico

Leonardo Antonicelli SOD Allergologia, Dipartimento di Medicina Interna, Ospedali Riuniti, Ancona   INTRODUZIONE L’algoritmo diagnostico dell’asma prevede una dettagliata raccolta anamnestica, se la storia suggerisce il ruolo dell’esposizione ad allergeni sulla comparsa dei sintomi si consiglia di effettuare test cutanei e/o sierologici per confermarne il ruolo. Il riscontro di sensibilizzazione allergica è importante per la gestione del paziente sotto […] (altro…)
Di |settembre 16th, 2016|Vol.4 N.1 2016, NOVITA' IN PNEUMOLOGIA|0 Commenti

Accesso broncoscopico ai noduli periferici per via transparenchimale (BTPNA)

Rocco Trisolini Struttura Complessa di Pneumologia Interventistica, Policlinico Sant’Orsola-Malpighi, Bologna   La diagnosi preoperatoria dei noduli polmonari periferici, ossia non visibili endoscopicamente, può essere conseguita per via percutanea o transbronchiale (in corso di broncoscopia). L’approccio percutaneo (guidato da fluoroscopia, ecografia o TC) è utilizzato da numerosi decenni ed ha un rendimento diagnostico molto elevato (circa 90% in numerose metanalisi), […] (altro…)
Di |dicembre 14th, 2015|Vol.3 N.3 2015, NOVITA' IN PNEUMOLOGIA|0 Commenti

Ossigenoterapia a flusso pulsato

2Andrea Melani1, Maurizio Moretti2 1UOC Fisiopatologia e Riabilitazione Respiratoria, Azienda Ospedaliera Universitaria Senese, Siena 2U.O. di Pneumologia, Azienda USL 1, a flusso pulsato   In molti soggetti con malattie respiratorie la concentrazione di ossigeno nell’aria inspirata è insufficiente a garantire valori accettabili di ossiemia. La ossigenoterapia prevede la somministrazione di ossigeno in modo da aumentare la percentuale di ossigeno […] (altro…)
Di |ottobre 2nd, 2015|Vol.3 N.2 2015, NOVITA' IN PNEUMOLOGIA|0 Commenti

Ossigenoterapia ad alto flusso con cannula nasale

Maurizio Moretti U.O. di Pneumologia, ASL 1, Massa Carrara Nell’articolo “Devices per l’erogazione dell’ossigeno nell’adulto” pubblicato nel volume n. 1/2014 di ARS Pneumologica (1) ho illustrato i vari devices utilizzati per erogare ossigeno medicale: la maschera facciale con reservoir e con valvola non rebreathing è il sistema più performante poichè eroga ossigeno (O2) a concentrazioni superiori al […] (altro…)
Di |marzo 7th, 2015|Vol.3 N.1 2015, NOVITA' IN PNEUMOLOGIA|0 Commenti

Microlitiasi alveolare polmonare

Maurizio Luisetti1, Zamir Kadija1, Francesca Mariani1, Patrizia Morbini2 Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo, Dipartimento di Medicina Molecolare, Università di Pavia, 1SC Pneumologia, 2Servizio di Anatomia ed Istologia Patologica   Maschio di 49 anni, non fumatore, senza significativa esposizione professionale o ambientale, normale sviluppo psico-fisico, nulla di rilevante nel gentilizio. Co-morbilità trascurabile (rinite allergica con sensibilizzazione ad Ambrosia, iperomocisteinemia di grado […] (altro…)
Di |settembre 7th, 2014|Vol.2 N.3 2014, NOVITA' IN PNEUMOLOGIA|0 Commenti

Elastografia

Rocco Trisolini U.O. di Endoscopia Toracica e Pneumologia, Ospedale Maggiore, Bologna La patologia linfonodale ilare e mediastinica può essere secondaria a diverse cause quali infezioni, neoplasie, processi flogistici, stasi linfatica. Le indagini di imaging attualmente disponibili, quali radiografia tradizionale, TC, risonanza magnetica e tomografia ad emissione di positroni (PET) sono in grado di documentare in modo molto […] (altro…)
Di |giugno 30th, 2014|Vol.2 N.2 2014, NOVITA' IN PNEUMOLOGIA|0 Commenti

Devices per l’erogazione dell’ossigeno nell’adulto

Maurizio Moretti U.O. di Pneumologia, ASL 1, Massa Carrara L’ossigenoterapia somministrata in acuto al paziente dispnoico ed ipossiemico è l’intervento più comune nella pratica medica. La somministrazione di ossigeno (02) deve essere ottimizzata scegliendo il device più idoneo alle condizioni cliniche, tale da fornire un flusso adeguato di 02 in relazione al pattern respiratorio del paziente (frequenza […] (altro…)
Di |marzo 6th, 2014|Vol.2 N.1 2014, NOVITA' IN PNEUMOLOGIA|0 Commenti

Densitometria TC del polmone: un nuovo end point per i trials clinici?

Maurizio Luisetti Fondazione IRCCS, Policlinico S. Matteo, Università degli Studi di Pavia   Da almeno due lustri si sta discutendo sulla convenienza di utilizzare il declino della funzione respiratoria (e perciò del FEV1, suo rappresentante primario) come end point primario nei trials clinici. I detrattori del FEV1 avanzano argomenti solidi, come la relativa insensibilità del parametro, ascrivibile alla […] (altro…)
Di |marzo 19th, 2013|Vol.1 N.1 2013, NOVITA' IN PNEUMOLOGIA|0 Commenti
Caricando...