RIFLESSIONI

CON: utilizzo della criobiopsia nella diagnosi di interstiziopatia polmonare

Paolo Spagnolo Unità Operativa Complessa di Pneumologia Dipartimento di Scienze Cardio-Toraco-Vascolari e Sanità Pubblica, Università di Padova Le interstiziopatie polmonari (ILD) costituiscono un ampio ed estremamente eterogeneo gruppo di patologie per la maggior parte delle quali non esiste un gold standard diagnostico e terapeutico. Un’importante eccezione è la fibrosi polmonare idiopatica (IPF) per la quale esistono invece […] (altro…)
Di |marzo 4th, 2019|2019, Vol.7 N.1 2019, RIFLESSIONI, PRO e CONTRO|0 Commenti

PRO: criobiopsia polmonare nella diagnosi delle interstiziopatie polmonari diffuse

Micaela Romagnoli U.O.C. Pneumologia, Dipartimento di Medicina Specialistica e di Laboratorio, Ospedale Santa Maria Cà Foncello, Treviso Le interstiziopatie polmonari diffuse (ILD) rappresentano un’ampia ed eterogenea categoria di patologie polmonari, spesso ad eziologia sconosciuta, che richiedono frequentemente l’indicazione ad una caratterizzazione istologica durante la discussione multidisciplinare dei casi con pattern radiologico/clinico di non-definite UIP/IPF (1, 2). Fino a circa […] (altro…)
Di |febbraio 25th, 2019|2019, Vol.7 N.1 2019, RIFLESSIONI, PRO e CONTRO|0 Commenti

Paziente che non trova l’inalatore adatto

Andrea S. Melani U.O.C. Fisiopatologia e Riabilitazione Respiratoria Dipartimento vasi, cuore e torace, Policlinico Le Scotte, Azienda Ospedaliera Universitaria Senese, Siena CASO CLINICO Un signore di 87 anni è stato dimesso dal reparto di degenza con diagnosi di insufficienza respiratoria acuta da Bronco Pneumopatia Cronica Ostruttiva (BPCO) riacutizzato; asma bronchiale; diabete mellito; ipertensione arteriosa, aterosclerosi diffusa con pregresso […] (altro…)
Di |febbraio 18th, 2019|2019, Vol.7 N.1 2019, RIFLESSIONI, PUNTO DI VISTA|0 Commenti

PRO: Ossigenoterapia nei soggetti non ipossiemici a riposo

Andrea S. Melani1, Giuseppe Insalaco2 1UOC Fisiopatologia e Riabilitazione Respiratoria, Azienda Ospedaliera Universitaria Senese, Siena; 2Consiglio Nazionale delle Ricerche, Istituto di Biomedicina e di Immunologia Molecolare “A. Monroy”, Palermo La prescrizione di ossigenoterapia (O2-terapia) nei soggetti non gravemente ipossiemici a riposo è un argomento controverso. Proveremo a definire i pro senza considerare l’O2-terapia in fase di riacutizzazione o […] (altro…)
Di |novembre 26th, 2018|Vol.6 N.3 2018, RIFLESSIONI, PRO e CONTRO|0 Commenti

CON: ossigenoterapia nei soggetti non ipossiemici a riposo

Maurizio Moretti U.O. di Pneumologia Azienda USL Toscana NordOvest,Ospedale Apuane, Massa Premessa L’ossigenoterapia consiste nella somministrazione di ossigeno in concentrazione maggiore di quella presente nell’aria ambiente (20,7%), allo scopo di trattare o prevenire i sintomi e le manifestazioni dell’ipossiemia arteriosa. Il trattamento con ossigeno si applica in situazioni di acuzie, per il periodo necessario a superare l’evento acuto, […] (altro…)
Di |novembre 19th, 2018|Vol.6 N.3 2018, RIFLESSIONI, PRO e CONTRO|0 Commenti

Principio attivo o device: cosa si sceglie prima?

Andrea S. Melani UOC Fisiopatologia e Riabilitazione Respiratoria, Azienda Ospedaliera Universitaria Senese, Siena Asma e BPCO sono le malattie broncopolmonari croniche più frequenti. Si stima che circa 70 milioni di Europei soffrano di asma o di BPCO (1, 2). Asma e BPCO comportano un carico importante per la società non solo in termini di mortalità, ma anche […] (altro…)
Di |novembre 12th, 2018|Vol.6 N.3 2018, RIFLESSIONI, PUNTO DI VISTA|0 Commenti

CON – Errori critici con gli spray

Andrea S. Melani Fisiopatologia e riabilitazione respiratoria, Dipartimento vasi, cuore e torace, Policlinico le Scotte, Azienda Ospedaliera Universitaria Senese, Siena INTRODUZIONE Le più comuni malattie broncopolmonari croniche, l’asma e la BPCO, hanno trattamenti farmacologici somministrati prevalentemente per via inalatoria. La terapia inalatoria offre molti vantaggi, ma è difficile da praticarsi, perché richiede il corretto impiego dell’erogatore usato per […] (altro…)
Di |luglio 23rd, 2018|Vol.6 N.2 2018, RIFLESSIONI, PRO e CONTRO|0 Commenti

Linee Guida GINA: qualcosa si muove

Leonardo Antonicelli1, Cecilia Calabrese2 1SOD Allergologia, Dipartimento di Medicina Interna, Ospedali Riuniti Ancona; 2Università della Campania “Luigi Vanvitelli”, Napoli Negli ultimi 27 anni, terapia e modalità di gestione dell’asma bronchiale sono state costantemente governate dalle linee guida GINA e, nonostante qualche “mugugno” (1), la loro autorevolezza non è mai stata posta in discussione. Nel settembre 2017 due articoli, […] (altro…)
Di |luglio 9th, 2018|Vol.6 N.2 2018, RIFLESSIONI, PUNTO DI VISTA|0 Commenti

Errori critici con inalatori di polvere

Andrea Melani UOC Fisiopatologia e Riabilitazione Respiratoria, Azienda Ospedaliera Universitaria Senese, Siena INTRODUZIONE Il sogno di poter trattare malattie broncopolmonari inalando farmaci si è realizzato solo quando la moderna tecnologia ha prodotto erogatori in grado di portare elettivamente farmaci a livello broncopolmonare. Oggi esistono molti di questi erogatori, ma i più usati per la loro comodità di utilizzo, sono […] (altro…)
Di |febbraio 12th, 2018|Vol.6 N.1 2018, RIFLESSIONI, PRO e CONTRO|0 Commenti

Immunoterapia specifica con allergeni nell’asma: PRO

Angelo G. Corsico, Vanessa Ronzoni SC Pneumologia, Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo – Dipartimento di Medicina Interna e Terapia Medica, Università di Pavia L’asma è una delle condizioni croniche più diffuse e colpisce persone di tutte le età. È caratterizzata da infiammazione cronica, che provoca attacchi ricorrenti di tosse, respiro sibilante, senso di costrizione al torace e ostruzione […] (altro…)
Di |febbraio 5th, 2018|Vol.6 N.1 2018, RIFLESSIONI, PRO e CONTRO|0 Commenti
Caricando...