Andrea S. Melani Fisiopatologia e riabilitazione respiratoria, Dipartimento vasi, cuore e torace, Policlinico le Scotte, Azienda Ospedaliera Universitaria Senese, Siena INTRODUZIONE Le più comuni malattie broncopolmonari croniche, l’asma e la BPCO, hanno trattamenti farmacologici somministrati prevalentemente per via inalatoria. La terapia inalatoria offre molti vantaggi, ma è difficile da praticarsi, perché richiede il corretto impiego dell’erogatore usato per portare elettivamente il farmaco a livello broncopolmonare. Questo comporta una serie di manovre da eseguire in modo ben definito e con precisa sequenzialità con necessità di alcune conoscenze di base e una certa manualità. Gli inalatori pressurizzati (in seguito definiti come semplicemente con il termine di spray) sono uno delle 2 grandi famiglie di devices disponibili in commercio ed in assoluto i più usati. Vi è un gran numero di spray che erogano farmaci o combinazioni di farmaci anche con caratteristiche molto diverse fra loro, ma tutti condividono forma, dimensioni e modo

Questo contenuto è riservato ai membri del sito. Se sei un utente già esistente, fai il login. I nuovi utenti possono registrarsi qui sotto.

Existing Users Log In