Susanna Casula1, Alessandro Giuseppe Fois1, Pier Andrea Serra2, Pietro Pirina1 1Sezione di Malattie dell’apparato Respiratorio, Dipartimento di Medicina Clinica e Sperimentale dell’università degli Studi di Sassari; 2Sezione di Farmacologia, Dipartimento di Medicina Clinica e Sperimentale dell’università degli Studi di Sassari   INTRODUZIONE La Tubercolosi è una malattia infettiva contagiosa, caratterizzata da una complessa patogenesi, quadri clinici variabili e peculiari meccanismi immunologici (1, 2). Conosciuta fin dall’antichità, affligge e accompagna l’umanità da millenni, evolvendosi e “mutando” con i flussi migratori e l’urbanizzazione, l’immunosoppressione, gli stili di vita. Secondo le ultime stime dell’OMS circa 8,6 milioni di nuovi casi di TB sono stati registrati nel 2012 con circa 1.3 milioni di morti. Il numero assoluto di casi di tubercolosi a livello mondiale è però in discesa così come la mortalità, ridotta del 45% dal 1990. Può essere curata con le combinazioni dei farmaci antitubercolari attualmente a nostra disposizione sebbene resti, per alcune

Questo contenuto è riservato ai membri del sito. Se sei un utente già esistente, fai il login. I nuovi utenti possono registrarsi qui sotto.

Existing Users Log In