Andrea Melani UOC Fisiopatologia e Riabilitazione Respiratoria, Azienda Ospedaliera Universitaria Senese, Siena INTRODUZIONE Il sogno di poter trattare malattie broncopolmonari inalando farmaci si è realizzato solo quando la moderna tecnologia ha prodotto erogatori in grado di portare elettivamente farmaci a livello broncopolmonare. Oggi esistono molti di questi erogatori, ma i più usati per la loro comodità di utilizzo, sono gli inalatori. Vi sono due grandi famiglie di inalatori: gli inalatori pressurizzati, spesso detti anche spray e gli inalatori di polvere (DPIs, Dry Powder Inhalers). In questa revisione parleremo di inalatori di polvere, devices che hanno conosciuto una straordinaria diffusione in questi ultimi 30 anni: secondo i dati del mercato la vendita di farmaci erogati con inalatori di polvere ammontava ad una spesa di 6 miliardi di euro nel 2010 giungendo a quasi 30 nel 2018. Nell’ambito dei DPIs vi sono molti modelli (come appare in Tabella 1), diversi e talora

Questo contenuto è riservato ai membri del sito. Se sei un utente già esistente, fai il login. I nuovi utenti possono registrarsi qui sotto.

Existing Users Log In