Giuseppe Insalaco, Adriana Salvaggio Consiglio Nazionale delle Ricerche – Istituto di Biomedicina e Immunologia Molecolare “A. Monroy”, Palermo   L’apnea ostruttiva durante il sonno (OSA) è una condizione molto comune di disturbo respiratorio caratterizzata da episodi ripetuti di ostruzione delle vie aeree superiori, associati alla riduzione della saturazione ossiemoglobinica, russamento intermittente spesso molto intenso, alterazione della struttura del sonno ed eccessiva sonnolenza diurna in circa 1/3 dei casi, a cui possono seguire patologie cardiovascolari e metaboliche e disturbi neuro-comportamentali. L’OSA può colpire qualsiasi fascia di età. Le stime di prevalenza nella popolazione generale dipendono dai criteri utilizzati per identificare la malattia. Uno tra i principali studi epidemiologici riporta un tasso di prevalenza pari al 24% negli uomini e 9% nelle donne in età adulta (specie nel periodo successivo alla menopausa), utilizzando come criterio un indice di apnea-ipopnea (AHI) ≥5 per ora (1). La contemporanea presenza di eccessiva sonnolenza diurna riduce

Questo contenuto è riservato ai membri del sito. Se sei un utente già esistente, fai il login. I nuovi utenti possono registrarsi qui sotto.

Existing Users Log In