Amelia Licari, Gian Luigi Marseglia Clinica Pediatrica, Università degli Studi di Pavia, Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo Il wheezing (o respiro sibilante) può essere definito come un suono musicale, acuto e continuo, emesso durante l’espirazione, che viene prodotto dall’accelerazione del flusso d’aria mentre attraversa le vie aeree parzialmente ostruite generalmente a causa di uno spasmo della muscolatura liscia bronchiale. È un reperto auscultatorio che si può presentare isolato o può essere accompagnato da tosse e/o difficoltà respiratoria. Il wheezing è un sintomo frequente nella pratica pediatrica e alcuni studi hanno dimostrato che circa un bambino su tre presenta almeno un episodio di wheezing sotto i 3 anni di vita; la prevalenza sale al 50% se consideriamo i primi 5 anni (1). I pazienti affetti costituiscono un gruppo eterogeneo per frequenza, severità e andamento temporale degli episodi, con possibile overlap tra i fenotipi clinici (Tabella 1) (2). Le infezioni virali delle

Questo contenuto è riservato ai membri del sito. Se sei un utente già esistente, fai il login. I nuovi utenti possono registrarsi qui sotto.

Existing Users Log In