Maurizio Moretti U.O. di Pneumologia Azienda USL 1, Massa Carrara   Il riscontro di un nodulo polmonare è una evenienza assai frequente nella pratica clinica, soprattutto ambulatoriale. Il medico, nell’arco dei pochi minuti dedicati alla visita dai protocolli ambulatoriali aziendali deve esprimere un giudizio clinico e formulare un percorso diagnostico-terapeutico. Il presente articolo affronta il tema del nodulo polmonare solido dal punto di vista clinico evidenziando le problematiche diagnostiche e proponendo nel contempo linee di indirizzo di recente pubblicazione. Definizione del nodulo polmonare solido Non tutte le opacità focali riscontrate all’esame radiologico sono inquadrabili come nodulo. Tale termine è riferito dal punto di vista patologico ad una piccola, sostanzialmente sferica e circoscritta area di anomalo tessuto polmonare, mentre la definizione radiologica individua un’opacità rotonda, con margini ben delineati e con un diametro massimo di 3 cm (1). Si esclude quindi dalla suddetta definizione qualsiasi opacità lineare anche ad estensione bidimensionale,

Questo contenuto è riservato ai membri del sito. Se sei un utente già esistente, fai il login. I nuovi utenti possono registrarsi qui sotto.

Existing Users Log In