Maurizio Moretti1, Pietro Bianchi2, Anna Porcu1, Barbara Conti1 1U.O. di Pneumologia, Azienda USL 1, Massa Carrara; 2U.O. di Medicina Nucleare, Azienda USL 1, Massa Carrara   Nel recente articolo pubblicato nel numero 2/2015 della rivista ARS Pneumologica sono state discusse le caratteristiche clinico-radiologiche e le problematiche diagnostiche del nodulo polmonare solido illustrando nel contempo le linee di indirizzo del follow-up diagnostico proposte dalla Fleischner Society (11) e dall’American College of Chest Physicians (ACCP) (4). Con il presente articolo si conclude il capitolo del nodulo polmonare presentando un percorso diagnostico-terapeutico del nodulo subsolido che tiene conto sia delle recenti linee di indirizzo di follow-up radiologico che della nuova classificazione istopatologica dell’adenocarcinoma polmonare proposta dalla IASLC/ATS/ERS (18). Infatti il trattamento chirurgico del nodulo subsolido non può prescindere da considerazioni istopatologiche. Il nodulo subsolido è descritto radiologicamente quale area focale nodulare di aumentata attenuazione polmonare a margini più o meno definiti che non

Questo contenuto è riservato ai membri del sito. Se sei un utente già esistente, fai il login. I nuovi utenti possono registrarsi qui sotto.

Existing Users Log In