Matteo Monari, Filippo Natali, Rocco Trisolini Struttura Complessa di Pneumologia Interventistica, Policlinico Sant’Orsola-Malpighi, Bologna Un paziente di 19 anni venne ricoverato a causa della persistenza, da 20 giorni, di mal di gola, febbricola ed episodi emoftoici che non si erano risolti con 2 cicli di terapia antibiotica (azitromicina prima, ceftriaxone più levofloxacina poi). All’ingresso il paziente presentava microematuria, lieve leucocitosi e aumento della VES. Una radiografia del torace risultò normale. Un esame colturale dell’escreato e del tampone faringeo dettero esito all’isolamento colturale di uno Stafilococco aureus meticillino-resistente (MRSA). Un trattamento antibiotico mirato con cotrimoxazolo e teicoplanina, tuttavia, non determinò alcun miglioramento clinico. Una TC torace ad alta risoluzione mostrò la presenza di un ispessimento delle diramazioni broncovasali, bilateralmente (Figura 1). Una broncoscopia, eseguita per approfondire il quadro, mostrò una severa tracheobronchite ulcerativo-emorragica (Figura 2). L’esame microbiologico del lavaggio bronchiolo-alveolare e delle biopsie mucose confermarono la presenza di MRSA, mentre la

Questo contenuto è riservato ai membri del sito. Se sei un utente già esistente, fai il login. I nuovi utenti possono registrarsi qui sotto.

Existing Users Log In