Giulia Stella Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo, Dipartimento di Medicina Molecolare, Università di Pavia Il carcinoma polmonare rappresenta la principale causa di morte per cancro nel mondo occidentale, con 215.000 nuovi casi e 161.840 morti negli USA nel 2008. Nell’Unione Europea l’incidenza nel 2008 è stata di 50.6/100.000 per anno. L’evoluzione attesa per i prossimi anni è un aumento di incidenza ed mortalità nelle donne, mentre già nel decennio tra la metà degli anni 80 e il 1994 si è registrata nei maschi in Italia una diminuzione della mortalità di circa il 10% che raggiunge il 25% nella classe di età 35-64 anni. In compenso, pur in presenza di tassi età specifici più bassi, l’invecchiamento della popolazione porterà ad un numero assoluto superiore di casi da trattare e di morti. Va ricordato che il 55% dei casi si verifica dopo i 65 anni di età. In Italia i nuovi casi

Questo contenuto è riservato ai membri del sito. Se sei un utente già esistente, fai il login. I nuovi utenti possono registrarsi qui sotto.

Existing Users Log In