asma bronchiale

EMA: riposizionamento beclometasone dipropionato nebulizzato

Andrea S. Melani1, Giuseppe Insalaco2 1Fisiopatologia e riabilitazione respiratoria, Dipartimento vasi, cuore e torace, Policlinico le Scotte, Azienda Ospedaliera Universitaria Senese, Siena; 2Consiglio Nazionale delle Ricerche, Istituto di Biomedicina e Immunologia Molecolare, Palermo Per decenni, la somministrazione di farmaci per via inalatoria è stata il cardine della terapia per le malattie delle vie aeree. L’efficacia della terapia inalatoria, […] (altro…)
Di |settembre 17th, 2018|Vol.6 N.2 2018, NOVITA' IN PNEUMOLOGIA|0 Commenti

Linee Guida GINA: qualcosa si muove

Leonardo Antonicelli1, Cecilia Calabrese2 1SOD Allergologia, Dipartimento di Medicina Interna, Ospedali Riuniti Ancona; 2Università della Campania “Luigi Vanvitelli”, Napoli Negli ultimi 27 anni, terapia e modalità di gestione dell’asma bronchiale sono state costantemente governate dalle linee guida GINA e, nonostante qualche “mugugno” (1), la loro autorevolezza non è mai stata posta in discussione. Nel settembre 2017 due articoli, […] (altro…)
Di |luglio 9th, 2018|Vol.6 N.2 2018, RIFLESSIONI, PUNTO DI VISTA|0 Commenti

Fluticasone propionato sospensione da nebulizzare nella terapia del wheezing invernale del bambino

Amelia Licari, Gian Luigi Marseglia Clinica Pediatrica, Università degli Studi di Pavia, Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo Il wheezing (o respiro sibilante) può essere definito come un suono musicale, acuto e continuo, emesso durante l’espirazione, che viene prodotto dall’accelerazione del flusso d’aria mentre attraversa le vie aeree parzialmente ostruite generalmente a causa di uno spasmo della muscolatura […] (altro…)
Di |marzo 12th, 2018|Vol.6 N.1 2018, NOVITA' IN PNEUMOLOGIA|0 Commenti

Tosse stizzosa persistente: non è sempre asma

Davide Piloni1, Claudio Tirelli1, Angelo G. Corsico1-2, Pasquale Totaro3 1Unità di Pneumologia, Dipartimento di Medicina Interna e Terapia Medica, Università di Pavia 2SC Pneumologia, Dipartimento Scienze Mediche e Malattie Infettive, Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo, Pavia 3UOC di Cardiochirurgia, Dipartimento di Medicina Intensiva, Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo, Pavia Presentazione del Caso Nell’ottobre 2016 è giunta alla nostra attenzione una […] (altro…)
Di |febbraio 19th, 2018|Vol.6 N.1 2018, CASE REPORT|0 Commenti

Errori critici con inalatori di polvere

Andrea Melani UOC Fisiopatologia e Riabilitazione Respiratoria, Azienda Ospedaliera Universitaria Senese, Siena INTRODUZIONE Il sogno di poter trattare malattie broncopolmonari inalando farmaci si è realizzato solo quando la moderna tecnologia ha prodotto erogatori in grado di portare elettivamente farmaci a livello broncopolmonare. Oggi esistono molti di questi erogatori, ma i più usati per la loro comodità di utilizzo, sono […] (altro…)
Di |febbraio 12th, 2018|Vol.6 N.1 2018, RIFLESSIONI, PRO e CONTRO|0 Commenti

Immunoterapia specifica con allergeni nell’asma: PRO

Angelo G. Corsico, Vanessa Ronzoni SC Pneumologia, Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo – Dipartimento di Medicina Interna e Terapia Medica, Università di Pavia L’asma è una delle condizioni croniche più diffuse e colpisce persone di tutte le età. È caratterizzata da infiammazione cronica, che provoca attacchi ricorrenti di tosse, respiro sibilante, senso di costrizione al torace e ostruzione […] (altro…)
Di |febbraio 5th, 2018|Vol.6 N.1 2018, RIFLESSIONI, PRO e CONTRO|0 Commenti

Broncospasmo indotto da esercizio

Leonardo Antonicelli1, Angelo G. Corsico2 1SOD Allergologia, Dipartimento Medicina Interna, Ospedali Riuniti, Ancona, 2S.C. Pneumologia, Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo, Dipartimento di Medicina Interna e Terapia Medica, Università di Pavia Il broncospasmo indotto da esercizio (EIB) è la: «transitoria bronco-ostruzione a seguito di esercizio fisico in presenza, o in assenza, di coesistente asma bronchiale». La broncostruzione si sviluppa […] (altro…)
Di |novembre 20th, 2017|Vol.5 N.3 2017, JOURNAL CLUB|0 Commenti

Terapia inalatoria in asma e bpco: cenni storici ed alcune considerazioni

Paola Rogliani1, Andrea S. Melani2 1Università degli studi di Roma “Tor Vergata”, U.O.C. Malattie Apparato Respiratorio, Dipartimento di Medicina, Policlinico Tor Vergata, Roma, 2UOC Fisiopatologia e Riabilitazione Respiratoria Dipartimento vasi, cuore e torace, Policlinico Le Scotte, Azienda Ospedaliera Universitaria Senese, Siena INTRODUZIONE La terapia inalatoria offre una serie di vantaggi, quali la possibilità di utilizzare piccole dosi di farmaco […] (altro…)
Di |aprile 30th, 2017|Vol.5 N.2 2017, PUNTO DI VISTA|0 Commenti

Biomarcatori e terapia biologica nell’asma

Leonardo Antonicelli SOD Allergologia Ospedali Riuniti, Ancona Introduzione Attualmente, la terapia dell’asma è sostanzialmente orientata a contrastare le due principali caratteristiche della malattia: infiammazione eosinofila e bronco-ostruzione, le tradizionali misure della funzione respiratoria documentano bene l’effetto del trattamento sulla broncostruzione, in particolare nei pazienti adulti. Sebbene l’effetto sulla broncostruzione, in combinazione con i dati clinici, sia efficace nello […] (altro…)
Di |aprile 30th, 2017|Vol.5 N.2 2017, JOURNAL CLUB|0 Commenti

Diagnostica allergologica molecolare ed asma allergico

Leonardo Antonicelli SOD Allergologia, Dipartimento di Medicina Interna, Ospedali Riuniti, Ancona   INTRODUZIONE L’algoritmo diagnostico dell’asma prevede una dettagliata raccolta anamnestica, se la storia suggerisce il ruolo dell’esposizione ad allergeni sulla comparsa dei sintomi si consiglia di effettuare test cutanei e/o sierologici per confermarne il ruolo. Il riscontro di sensibilizzazione allergica è importante per la gestione del paziente sotto […] (altro…)
Di |settembre 16th, 2016|Vol.4 N.1 2016, NOVITA' IN PNEUMOLOGIA|0 Commenti
Caricando...