BPCO

Paziente che non trova l’inalatore adatto

Andrea S. Melani U.O.C. Fisiopatologia e Riabilitazione Respiratoria Dipartimento vasi, cuore e torace, Policlinico Le Scotte, Azienda Ospedaliera Universitaria Senese, Siena CASO CLINICO Un signore di 87 anni è stato dimesso dal reparto di degenza con diagnosi di insufficienza respiratoria acuta da Bronco Pneumopatia Cronica Ostruttiva (BPCO) riacutizzato; asma bronchiale; diabete mellito; ipertensione arteriosa, aterosclerosi diffusa con pregresso […] (altro…)
Di |febbraio 18th, 2019|2019, Vol.7 N.1 2019, RIFLESSIONI, PUNTO DI VISTA|0 Commenti

Barcelona: entre la investigación y la lucha política

Viviana Marras Scuola di Specializzazione in Malattie dell’Apparato Respiratorio Università degli Studi di Sassari Barcellona, Spagna. La mia esperienza estera mi ha vista immersa in una Spagna diversa, lontana da quella serena e spensierata che avevo già visitato più volte per le vacanze. Una Catalogna impegnata nella lotta politica. Solo 3 mesi prima del mio arrivo, l’attentato terroristico […] (altro…)
Di |gennaio 7th, 2019|Vol.6 N.3 2018, UNA CARTOLINA DA...|0 Commenti

PRO: Ossigenoterapia nei soggetti non ipossiemici a riposo

Andrea S. Melani1, Giuseppe Insalaco2 1UOC Fisiopatologia e Riabilitazione Respiratoria, Azienda Ospedaliera Universitaria Senese, Siena; 2Consiglio Nazionale delle Ricerche, Istituto di Biomedicina e di Immunologia Molecolare “A. Monroy”, Palermo La prescrizione di ossigenoterapia (O2-terapia) nei soggetti non gravemente ipossiemici a riposo è un argomento controverso. Proveremo a definire i pro senza considerare l’O2-terapia in fase di riacutizzazione o […] (altro…)
Di |novembre 26th, 2018|Vol.6 N.3 2018, RIFLESSIONI, PRO e CONTRO|0 Commenti

CON: ossigenoterapia nei soggetti non ipossiemici a riposo

Maurizio Moretti U.O. di Pneumologia Azienda USL Toscana NordOvest,Ospedale Apuane, Massa Premessa L’ossigenoterapia consiste nella somministrazione di ossigeno in concentrazione maggiore di quella presente nell’aria ambiente (20,7%), allo scopo di trattare o prevenire i sintomi e le manifestazioni dell’ipossiemia arteriosa. Il trattamento con ossigeno si applica in situazioni di acuzie, per il periodo necessario a superare l’evento acuto, […] (altro…)
Di |novembre 19th, 2018|Vol.6 N.3 2018, RIFLESSIONI, PRO e CONTRO|0 Commenti

ERS Statement sul Deficit di AAT

Ilaria Ferrarotti, Angelo G. Corsico SC Pneumologia, Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo – Dipartimento di Medicina Interna e Terapia Medica, Università di Pavia – Centro per la Diagnosi ed il Coordinamento del registro del deficit ereditario di Alfa1-antitripsina Le malattie rare sono patologie che si trovano con prevalenza molto bassa nella popolazione. Viene considerata rara, infatti, […] (altro…)
Di |agosto 31st, 2018|Vol.6 N.2 2018, JOURNAL CLUB|0 Commenti

Errori critici con inalatori di polvere

Andrea Melani UOC Fisiopatologia e Riabilitazione Respiratoria, Azienda Ospedaliera Universitaria Senese, Siena INTRODUZIONE Il sogno di poter trattare malattie broncopolmonari inalando farmaci si è realizzato solo quando la moderna tecnologia ha prodotto erogatori in grado di portare elettivamente farmaci a livello broncopolmonare. Oggi esistono molti di questi erogatori, ma i più usati per la loro comodità di utilizzo, sono […] (altro…)
Di |febbraio 12th, 2018|Vol.6 N.1 2018, RIFLESSIONI, PRO e CONTRO|0 Commenti

Imaging della BPCO. La Tomografia computerizzata del torace

Gianna Camiciottoli Dipartimento di Scienze Biomediche, Sperimentali e Cliniche “Mario Serio”, Università degli Studi di Firenze, Pneumologia e Fisiopatologia Toracopolmonare, Azienda Ospedaliera Universitaria Careggi, Firenze INTRODUZIONE La broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO) si caratterizza per manifestazioni cliniche, funzionali e anatomopatologiche complesse. Per l’effetto di agenti dannosi, primo fra tutti il fumo di sigaretta, nel polmone si realizzano le alterazioni […] (altro…)
Di |dicembre 4th, 2017|Vol.5 N.3 2017, NOVITA' IN PNEUMOLOGIA|0 Commenti

Terapia inalatoria in asma e bpco: cenni storici ed alcune considerazioni

Paola Rogliani1, Andrea S. Melani2 1Università degli studi di Roma “Tor Vergata”, U.O.C. Malattie Apparato Respiratorio, Dipartimento di Medicina, Policlinico Tor Vergata, Roma, 2UOC Fisiopatologia e Riabilitazione Respiratoria Dipartimento vasi, cuore e torace, Policlinico Le Scotte, Azienda Ospedaliera Universitaria Senese, Siena INTRODUZIONE La terapia inalatoria offre una serie di vantaggi, quali la possibilità di utilizzare piccole dosi di farmaco […] (altro…)
Di |aprile 30th, 2017|Vol.5 N.2 2017, PUNTO DI VISTA|0 Commenti

I corticosteroidi nella BPCO: pro e contro

Paola Rogliani,  Cattedra di Malattie dell’Apparato Respiratorio, Dipartimento di Medicina dei Sistemi, Università di Roma “Tor Vergata”; Cecilia Calabrese, Cattedra di Malattie dell’Apparato Respiratorio, Dipartimento di Scienze Cardiotoraciche e Respiratorie, Seconda Università di Napoli   INTRODUZIONE La BPCO (BroncoPneumopatia Cronica Ostruttiva) è una malattia caratterizzata da un’aumentata o abnorme risposta infiammatoria dei polmoni a particelle inalate e gas, generalmente fumo di sigarette, cui si associa un progressivo declino della funzione polmonare. In […] (altro…)
Di |marzo 7th, 2015|Vol.3 N.1 2015, PRO e CONTRO|0 Commenti

Sindrome da overlap di asma e BPCO: aspetti epidemiologoci

Giancarlo Pesce1, Angelo Corsico2, Isa Cerveri2, Alessandro Marcon1 Roberto de Marco1 1Sezione di Epidemiologia e Statistica Medica, Dipartimento di Sanità Pubblica e Medicina di Comunità, Università degli Studi di Verona; 2Fondazione IRCCS, Policlinico S. Matteo, Università degli Studi di Pavia   INTRODUZIONE L’asma e la broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO) costituiscono un importante problema di salute pubblica (1, 2) per […] (altro…)
Di |marzo 6th, 2014|Vol.2 N.1 2014, PUNTO DI VISTA|0 Commenti
Caricando...